5 (+1) tendenze bagno 2023

5 (+1) tendenze bagno 2023

Approfondimenti
Bagno con carta da parati jungle tra le tendenze bagno 2023

Il bagno è uno degli ambienti all’interno della casa in cui funzionalità ed estetica coesistono. Tra conferme e grandi novità, le tendenze bagno per il 2023 parlano chiaro. Le tendenze dell’arredo bagno 2023 vertono su materialità, forme e colori, scopriamole insieme 👇🏻

Il fascino dell’estetica nordica

Minimalismo: lo stile nordico gioca e si distingue in questa fondamentale variante estetica. La tendenza odierna è dettata dai colori pastello, sempre più presenti all’interno delle collezioni più famose e degli arredi d’interno. Nel bagno in particolare, le ceramiche, con colori e geometrie semplici spiccano su tutto, esaltando gli elementi circostanti.

 

Funzionalità ed eleganza sono gli elementi che contraddistinguono il minimalismo spinto, tipico dello stile nordico. Forme pure, dai volumi ben definiti, con poche aggiunte, se non essenziali. La riduzione eccellente dello stile minimal, all’essenzialità delle cose, spinge il 2023 verso una direzione in cui funzionalità ed estetica trovano un punto d’incontro nel design.

 

Forte di forme e geometrie funzionali, lo stile nordico si adatta perfettamente ad una stanza come il bagno, riducendo gli ingombri ed ottimizzando gli spazi. Uno degli esempi più calzanti degli ultimi tempi sono i mobili da bagno senza cassettiere, con gli oggetti completamente a vista: un elemento in meno, per un maggior minimalismo. La riscoperta di uno stile semplice e ricercato, passa da una ritrovata essenzialità nelle forme e nelle funzionalità.

Bagno minimal total white

Look total white.

Tendenze bagno 2023: piante per tutti i gusti

Le piante all’interno del bagno non sono certo una novità 2023. Ne parlavamo anche qui. Con le proprietà benefiche che apportano agli ambienti umidi e la capacità di ravvivarli in termini di colore, le piante sono sempre predilette per un utilizzo interno. Ma, quello che farà tendenza nel 2023, saranno i design ispirati alla natura.

 

Lo stile jungle sarà protagonista indiscusso di questa tendenza bagno 2023. I decori, come carte da parati e piastrelle, porteranno tra le mura domestiche immagini suggestive come alberi e giungle tropicali, con grandi foglie verdi e colorazioni suggestive. Questa soluzione specifica incontra anche le esigenze di chi, per mancanza di spazio, non può inserire delle piante all’interno del bagno, dando comunque la possibilità di ammirare le bellezze della giungla senza averla in casa.

 

Le trame e le texture, tra tessuti e materialità dei componenti d’arredo diventano co-protagonisti nello stile jungle. I materiali lineari e perfetti, nei colori e nelle finiture, lasciano spazio a texture più grezze e meno lavorate. L’esempio perfetto? Il legno naturale, che con le sue venature diverse e particolareggianti riesce benissimo ad integrarsi nel folto verde delle pareti. Ma non solo legno, anche rattan e iuta, che con le loro texture riescono a connetterci direttamente, tramite il tatto, alla natura.

Bagno con carta da parati Jungle dettaglio lavabo

La carta da parati jungle si affermerà?

Mobili sospesi: tra le tendenze bagno 2023

È uno tra i trend che si sono confermati: il mobile sospeso resiste non solo come moda, ma come affermazione di funzionalità e di eleganza tra le tendenze bagno 2023. L’utilizzo, sempre più frequente, dell’arredo sospeso, specialmente nel bagno, porta con sé moltissimi vantaggi. Tra tutti la facilità di pulizia, che, in assenza di una vera e propria base a terra, diventa semplicissima. La soluzione del mobile sospeso, oltre che per praticità, diventa essenziale al fine di creare un ambiente bagno curato nei minimi dettagli, appagando anche le personalità più esigenti, che all’interno del proprio ambiente domestico cercano vitalità e dinamismo.

 

Alla base di tutto, c’è l’esigenza dello sviluppare l’ambiente in altezza, sfruttando a pieno tutti gli spazi disponibili. I mobili sospesi sono infatti prediletti per chi non ha molto spazio a disposizione. Un toccasana per chi cerca delle soluzioni organizzative con cui utilizzare al meglio gli spazi interni.

Mobili da bagno sospesi

Mobili sospesi, tra le tendenze bagno 2023.

Geometrie morbide e delicate

Tra le tendenze bagno 2023, complementi d’arredo, accessori e mobili si sono mossi verso geometrie morbide e curvilinee. La linearità di forme squadrate e rigide lascia spazio d’azione al movimento di curve e linee morbide. Il movimento, che una curva può sottendere, risulta perciò fondamentale nel creare un certo dinamismo all’interno di ambienti che da sempre sono stati statici. Il risultato di queste sperimentazioni va a ripercuotersi in tutti gli aspetti del bagno, ricreando un ambiente che fa della coralità il suo punto di forza.

 

La particolarità di elementi dalle linee morbide, con curve arrotondate, è quella di poter abbinare quest’ultimi a elementi con forme e geometrie più lineari e rigorose. È questa una delle vere tendenze bagno 2023. L’assonanza tra le due cose crea contrasti interessanti che puntano sulla leggerezza e spensieratezza delle linee morbide e curvate.

 

Per quanto riguarda la morbidezza delle linee, in ambito decorativo il grande ritorno degli archi segna il cambiamento dei tempi. Da una semplice carta da parati, al più complesso sistema di arcata per dividere due ambienti, la curvatura delle linee traccia la strada da percorrere nel 2023.

Specchio bagno arrotondato ad arco tra le tendenze bagno 2023

Geometrie morbide e archi che ritornano.

Tendenze bagno 2023: palette di colori luminosa

Il colore è da sempre parte importante all’interno della casa, ma perché all’interno del bagno diventa fondamentale? Perché, con il solo colore è possibile avere lo stesso ambiente in moltissime chiavi differenti di lettura.

 

Seguendo la tendenza bagno 2023 delle geometrie morbide, il desiderio di vitalità e spensieratezza pervade il bagno anche nei toni del colore. La scelta, precisa, di abbinare alla morbidezza delle curve, dei colori che possano esaltarle è vincente: il colore pastello trova così un alleato prezioso. Tra le tendenze bagno 2023, i colori morbidi, pacati e mai ridondanti, con tinte colorate si, ma ammorbidite dall’opacità stessa delle tinte pastello, è trainante non solo per le ceramiche ed i rivestimenti, ma anche per l’arredo del bagno. La lucentezza che i colori pastello possono donare al nostro bagno è totale, con palette di colori che vanno dal rosa al celeste, spaziando per il giallo tenue.

 

Un grande classico poi, d’intramontabile bellezza, è invece il bianco. Specie, se il nostro ambiente è pensato per essere monocromatico. Il bianco, di per sé non è di tendenza per il bagno 2023, ma risulta essere un colore tra quelli intramontabili, che saranno sempre modaioli e raffinati, in particolar modo nel mondo dei sanitari. Per quanto riguarda pareti, arredamento, box doccia o vasche, essendo questi elementi di maggior ingombro all’interno del bagno, sono i primi a beneficiare del colore bianco: il bianco infatti dona lucentezza e rende visivamente gli ambienti più ampi.

Ceramiche bagno multicolore tra le tendenze bagno 2023

Colori e luminosità.

Bonus: l’asimettria come gioco di forme

Dettagli forti e caratterizzanti, come possono essere le irregolarità materiche o le asimmetrie nell’arredo e nei rivestimenti. È questa la nostra ultima tendenza bagno 2023. Cosa può dare più vitalità, ad un ambiente come il bagno, di una superficie asimmetrica? Un materiale grezzo può, in completa autonomia, disegnare spazi e geometrie uniche nel loro genere. Provare per credere!

 

Da sempre, l’uomo è legato alla simmetria come insieme di caratteristiche uniche che conferiscono ad un luogo della casa una certa familiarità. Il concetto di asimmetria vuole, con l’aiuto di un design funzionale e inclusivo, donare movimento ad una stanza che fin dagli albori è stata concepita come statica e funzionale.

Bagno asimmetria mobili

L’asimettria dà vita agli spazi?

Conclusioni

Dal movimento delle linee curve, alla vitalità dei colori pastello, le tendenze bagno 2023 ci dicono a chiare lettere quali siano i trend da seguire durante l’anno per aggiornare, o costruire da zero un bagno al passo con i tempi.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Come arredare il bagno con gli accessori?

Come arredare il bagno con gli accessori?

Approfondimenti
Visione d'insieme accessori per il bagno neri

Arredare il bagno con elementi che ne rendono piacevole il suo utilizzo è importante. Gli accessori bagno si ritagliano uno spazio rilevante nel quotidiano. Per essere sicuri di fare la scelta giusta Relax vi presenta alcuni utili consigli.

Cosa sono gli accessori bagno?

Si tratta di oggetti che rendono il bagno della nostra casa più bello ma soprattutto più funzionale. Gli accessori bagno sono basilari per poter disporre di ciò che serve con la massima comodità. Sono inoltre un elemento d’arredo che può caratterizzare fortemente lo stile del bagno. Realizzati in vari materiali, gli accessori da bagno si trovano in molteplici forme, finiture e colori, in modo che ognuno di noi possa trovare la collezione più adatta al proprio bagno: classico o moderno.

Come sceglierli?

Gli accessori bagno devono essere coordinati allo stile del proprio bagno. Per rendere il nostro ambiente bagno più personale e originale è bene pensare per tempo agli accessori, se possibile nel momento in cui si progetta il layout. Bagno in stile:

 

  • Classico
  • Moderno
  • Design
  • Scandinavo
  • Industrial

 

Ognuno di essi necessita di accessori adeguati che lo valorizzi. Per un bagno moderno si potrà optare per accessori in metallo, se invece il bagno è classico si potranno scegliere accessori più decorativi. Chi invece ha un bagno con carte da parati che richiamano la natura può optare per oggetti in legno.

Accessori bagno minimal bianco e nero

Lo stile è importante anche per gli accessori?

Dove posizionare gli accessori bagno?

Ora che abbiamo trovato gli accessori adatti allo stile del nostro bagno dovremo decidere dove posizionarli.

 

È fondamentale posizionare gli accessori nel posto corretto in modo da rendere la stanza più ordinata e confortevole. Abbiamo sicuramente scelto dei complementi bellissimi ma soprattutto funzionali per poter espletare nel migliore dei modi le normali operazioni di igiene. Gli accessori, dunque, vanno collocati in modo da permetterne un pratico utilizzo. Ogni complemento va posizionato con attenzione in modo che poi si pulibile senza troppe difficoltà. L’esperienza del Covid-19 ci ha insegnato l’importante della pulizia.

Accessori bagno mensole e porta asciugamani da muro, su muro colore rosso

Dove posizionare gli accessori all’interno del bagno?

Gli accessori bagno

Ma quali sono i più importanti accessori bagno a cui ci stiamo riferendo?
I prodotti sono diversi:

 

  • Il porta asciugamani
  • Il porta carta igienica
  • Lo scopino
  • Il porta sapone
  • Il porta spazzolino
  • Lo specchio
  • Il porta dentifricio
  • Il cestino
  • Le mensole della doccia

 

A questo punto è evidente che per l’arredamento del bagno, gli accessori ricoprono senza dubbio un ruolo di primo piano. Ora parleremo della loro collocazione in modo da non ridurne l’effetto.

Accessori bagno da muro

Quali sono gli accessori più importanti?

Il porta asciugamani

In generale possiamo affermare che in un bagno sono almeno tre gli asciugamani che vengono utilizzati:

 

  1. Accanto al lavabo per asciugarsi le mani e la faccia
  2. Nelle vicinanze della vasca da bagno o della doccia
  3. Accanto al bidet

 

Questi complementi vanno installati il più possibile a portata di mano per evitare di bagnare il pavimento nel tentativo di raggiungerli. Questi accessori, assolutamente indispensabili, devono per forza adattarsi alla ampiezza del bagno e del suo stile. In funzione dello spazio in bagno i portasciugamani potranno essere:

 

  • A barra
  • A gancio
  • Ad anello

 

La posizione in ogni caso sarà vicino al sanitario di riferimento, mentre la altezza cambierà a seconda dell’utilizzo dell’asciugamano. Vi ricordiamo che per evitare che i nostri asciugamani rimangano umidi è necessario appenderli. Soluzione elegante e molto pratica rimane Oblique P, un portasciugamani da posizionare all’esterno del vetro. Parte integrante della collezione Oblique, di cui ne richiama i tratti essenziali. Può comporsi in abbinata con Oblique MV, posizionandosi esternamente al vetro, agganciata a quest’ultima. Riprende le stesse finiture della collezione, permettendo abbinamenti sempre coordinati.

Oblique P posizionata all’esterno del vetro

Porta rotolo e porta scopino

Questo duo di accessori bagno, assolutamente indispensabile, deve essere installato nella zona water e bidet. Per questo motivo è bene, vista la vicinanza, che siano della stessa collezione. Il portarotolo va posizionato a fianco del wc, in modo che sia semplice da afferrare. È preferibile che abbia una altezza di 60 – 70 cm dal pavimento.

 

Il porta scopino è solitamente posizionato dietro il wc, sempre a portata di mano ma un po’ più nascosto. Per gli amanti del design sono molto interessanti le piantane che sono provviste anche di porta riviste e poggia cellulare.

 

Nel panorama dei porta rotoli e porta scopini, Oblique PRS è una soluzione elegante e funzionale. È un porta scopino e porta rotolo tutto in uno. Comodissimo per l’abbinamento delle due funzionalità che lo caratterizzano. Disponibile in acciaio lucido e acciaio satinato, si abbina perfettamente alla rubinetteria presente all’interno del bagno.

Oblique PR, porta rotolo da parete in finitura acciaio

Oblique PS, porta scopino da terra in finitura acciaio

Oblique PRS con doppia funzione di porta rotolo e porta scopino

Porta sapone, porta spazzolino e mensole

Porta sapone e porta spazzolino sono accessori bagno che vanno collocati a non più di un paio di centimetri dal bordo del lavabo. Il mondo delle mensole invece permette una più ampia collocazione all’interno dell’ambiente bagno. I primi possono essere da appoggio o da muro, mentre le seconde solamente da muro. Di solito questi complementi vengono proposti in set o collezioni particolari che ne richiamano i tratti essenziali. Questi accessori sono disponibili in diverse forme, colori e materiali per potersi abbinare al meglio allo stile e alle caratteristiche del bagno. Facciamo degli esempi: una tra tutti è Oblique M, la mensola per il bagno moderno. Complemento stand-alone che può essere all’interno del bagno il supporto in più in diverse situazioni: può essere mensola aggiuntiva all’interno della doccia o mensola di servizio all’interno del bagno. Altro esempio sono gli accessori bagno come porta spazzolino e porta sapone in bamboo, che si adattano al bagno elegante; accessori bagno in acciaio sono invece indicati per un bagno in stile industrial; mentre quelli in solid surface sono perfetti per un bagno minimal in stile scandinavo.

Oblique M è la mensola versatile

Specchi

Gli specchi servono un po’?
Ovunque ma, per praticità quello sopra il lavabo o il mobile dove ci si pettina, ci si trucca o ci si rade, è indispensabile. Oltre a quelli semplici, cioè con la sola funzione di specchio, si possono scegliere modelli multifunzionali. Gli specchi digitali, di ultima generazione, non sono solo specchi perchè nella loro struttura nascondono diverse funzionalità. Gli specchi digitali hanno infatti vari optional che li rendono super funzionali:

 

  • Sistema anti-appannamento
  • Bluetooth per connettere il cellulare e il sistema radio per ascoltare la musica
  • Sistema sveglia
  • Sistema temperatura nella stanza
Specchio da tavolo per bagno

Specchio da toeletta

Gli accessori bagno di design che non ti aspetti

  • Cestini.
    I cestini sono un altro tra gli accessori bagno importanti. Oggigiorno è doveroso posizionare nel nostro bagno un cestino che contenga i rifiuti che non si possono scaricare nel WC. Noi suggeriamo i classici gettacarte con apertura a pedale e disponibili nelle più svariate forme, colori e materiali. Molti di questi si riconoscono per forme e colorazioni insolite, dal design sempre più ricercato.

 

  • Oblique MV.
    È la mensola che sostiene il box doccia senza la barra di supporto superiore. Oblique MV è un prodotto brevettato e testato TÜV SÜD. Elegante, con un design che la caratterizza fortemente, può sostenere in completa autonomia un box doccia, con porta e senza porta. Disponibile in varie finiture, tra cui solid surface, dal bianco candido e acciaio spazzolato.

Oblique MV è funzionalità e design allo stesso tempo

Accessori bagno per la doccia

Gli accessori per la doccia consistono principalmente in:

 

  • Supporti a mensola o gancio per saponette, flaconi e spugne
  • Saliscendi per doccia
  • Maniglioni di sicurezza

 

Le mensole interne e i ganci vanno posizionati saldamente sulle pareti in modo tale da ridurre il rischio d’urto accidentale. I maniglioni di sicurezza, infine, andrebbero posizionati non tanto per estetica quanto per pura e semplice praticità nei punti in cui si ritiene di avere potenzialmente bisogno di un appiglio immediato fra le mani. Molte docce hanno una o più mensole integrate nel saliscendi, in alternativa potete optare per mensole angolari che aiutano a risparmiare spazio.

 

Suggeriamo di posizionare le mensole da doccia all’altezza degli occhi, per trovare subito ciò di cui si ha bisogno. Nel caso degli accessori bagno da mettere all’interno della doccia è preferibile che siano in acciaio visto che devono stare a contatto con l’acqua. L’acciaio migliore è quello trattato con prodotti adatti per evitare la formazione della ruggine. Nelle vicinanze della doccia, va sistemato il portasciugamani o accappatoio, ad una altezza di almeno 150 cm per evitare che tocchino terra.

Saliscendi cabina doccia

Saliscendi per cabina doccia in tinta

Conclusioni

Gli accessori sono tra i protagonisti nell’arredo bagno delle case. Negli ultimi anni gli accessori bagno sono una sezione del design in continua crescita. Si arreda il bagno cercando di mixare al meglio il design con la comodità e la funzionalità. Questo aspetto in bagno è fondamentale perchè è la stanza del relax per eccellenza. In quest’ottica grande importanza hanno acquisito gli accessori e la loro posizione all’interno della stanza.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Il bagno del futuro è hi-tech

Il bagno del futuro è hi-tech: sempre più tecnologia nei bagni delle case degli italiani

Approfondimenti
Bagno del futuro con specchio smart con indicatori

Il bagno del futuro è sempre più vicino. La tecnologia nei bagni degli italiani parla chiaro: nel nostro Paese, infatti, sono in crescita costante gli elementi hi-tech all’interno del bagno. Un numero che è destinato a crescere in base alle esigenze del consumatore. Scopri quali sono gli elementi più in voga 👇🏻

Bagno del futuro: tecnologia nei bagni degli italiani, oggi

In Italia si sta diffondendo sempre di più la tendenza ad inserire elementi hi-tech nella stanza da bagno. Infatti, il 19% delle docce, il 16% delle vasche da bagno e il 12% dei servizi igienici dei bagni recentemente ristrutturati sono dotati di bagni ad alta tecnologia.

 

Gli Italiani inoltre stanno investendo in dettagli di lusso per la stanza da bagno, ad esempio:

 

  • Doccia a pioggia (69%)
  • Vasca da bagno per 2 persone (24%)
  • WC a doppio scarico (42%).

 

Probabilmente gli Italiani riservano una particolare attenzione al bagno perché passano molto tempo in questa stanza:

 

  • Il 62% vi trascorre da 30 a 60 minuti ogni giorno
  • L’11% vi rimane più di 1 ora quotidianamente in compagnia dei propri device mobili.

 

Gli Italiani, non a caso, sono al primo posto nel preferire le docce con elementi tech (19%), seguiti dai francesi (18%) e dai giapponesi (17%). Siamo invece al quarto posto mondiale per quanto riguarda la scelta di accessori tecnologici per la vasca (16%), dietro ai Giapponesi (89%) seguiti da Tedeschi (28%) e Spagnoli (19%).

 

La Pandemia e l’inflazione hanno cambiato il modo di vivere la casa. Nel 2022 il 68% degli Italiani passa più tempo tra le mura domestiche rispetto al 2019. Per questo le persone cercano più spazi, sia interni che esterni, con soluzioni innovative e che facciano risparmiare sulla bolletta e rispettino l’ambiente evitando gli sprechi energetici.

 

In Italia si sta affermando una nuova progettazione del buon vivere. La casa sta diventando il fulcro del nostro nuovo progetto esistenziale. Il bagno è stata la prima stanza della casa ad aprire alla innovazione e ha combinato la funzionalità classica a quella tecnologica attraverso la creazione di componenti davvero originali. Lo scopo di un bagno hi-tech è quello di far convivere il comfort e l’efficienza tenendo conto anche del design. Vediamo ora quali elementi del bagno sono stati coinvolti dalla tecnologia.

Vasche e docce

Le vasche da bagno hi-tech sono quelle che possiedono numerose funzioni come l’idromassaggio e l’illuminazione led per la cromoterapia. Il modello maggiormente usato è quello freestanding con materiali innovativi come l’acciaio smaltato che consente una pulizia più semplice e veloce.

 

Per quanto riguarda le docce ci troviamo di fronte ad innovazioni più interessanti. Riferendosi alla funzionalità della doccia, non si possono ignorare le modifiche apportate ad uno degli elementi principali: il soffione. Ora è possibile acquistare soffioni capaci di produrre differenti getti di acqua con potenza regolabile e che riescono a dare una vera e propria sensazione di relax tenendo al contempo presente l’armonia del design, scoprine alcuni tra i nostri accessori. Inoltre, esistono dei soffioni che hanno un altoparlante Bluetooth incorporato che permette di ascoltare la musica preferita mentre ci si lava senza rischio di bagnare il telefono o la radio.

Cromoterapia box doccia

Doccia esperienziale con cromoterapia.

Sanitari

Per i Sanitari sono stati brevettati dei sistemi che rendono gli scarichi più potenti, generando un flusso d’acqua capace di igienizzare la superficie totalmente aiutandoti anche nella manutenzione e pulizia degli stessi. Inoltre, è possibile trovare in commercio i WC con bidet integrato.

 

Questi ultimi sono una soluzione estremamente comoda per guadagnare spazio e poter sfruttare la doppia funzione è presente un doccino che funge da strumento per l’igiene intima. Ancora, esistono dei sanitari con telecomando multifunzionale che permettono addirittura di riscaldare il sedile del WC.

Dettaglio pulsanti washlet giapponese

I washlet giapponesi sostituiranno i WC?

Rubinetti elettronici

I rubinetti elettronici sono un ottimo esempio di innovazione, ed in particolare di un’innovazione che guarda anche all’ambiente. Infatti, questo tipo di rubinetto si compone di un sensore che si attiva solo quando lo decidiamo noi e questo comporta diversi vantaggi tra cui evitare di toccare la superficie del miscelatore con le mani sporche e, soprattutto, non sprecare acqua in eccesso.

Bagno del futuro con rubinetto touchless

Rubinetti touchless, come li vediamo già oggi.

Specchio

Uno degli elementi al quale sono state applicate funzioni altamente tecnologiche è lo specchio. Difficile da credere, eppure lo specchio di un bagno hi-tech è capace di svolgere più funzioni contemporaneamente.  Oltre ad adempire al suo compito riflettente, lo specchio tecnologico può essere dotato di una superficie touch-screen che consente di regolare alcuni parametri. Per esempio, è possibile attivare l’illuminazione led integrata regolabile per avere sempre una fonte di luce che ci illumini al meglio; oppure si può collegare un dispositivo tramite Bluetooth e ascoltare la musica; ed infine si può anche attivare il kit per l’antiappanamento, utile per risparmiare tempo nelle pulizie.

Bagno del futuro con specchio smart con indicatori

Specchio smart con indicatori visibili.

Bagno del futuro, cosa aspettarsi?

Intelligenza Artificiale, analisi dati, robot e non solo: nel giro di pochi anni, la tecnologia si occuperà di tutto. Il Bagno sarà il luogo con il maggior numero di innovazioni. Nel bagno la tecnologia diventerà l’elemento imprescindibile. Gli specchi intelligenti che già oggi si possono vedere in alcuni negozi entreranno nel giro di qualche anno in tutte le case. Grazie al riconoscimento facciale, saranno in grado di analizzare, per esempio, lo stato di salute della pelle e di consigliarvi i prodotti più adatti di cui potreste avere bisogno.

 

Nel bagno del futuro, la bilancia non si limiterà più a comunicare il peso, ma valuterà anche la percentuale di massa grassa e comunicherà con lo smartwatch per incrociare a questi dati la nostra temperatura e pressione corporea, e suggerisce la dieta più adatta oltre alla attività fisica da svolgere. Avremo, inoltre, a disposizione gli spazzolini smart che controllano se vi lavate i denti nel modo migliore e ne analizzano lo stato. Fondamentale per la salute sarà anche lo SMART TOILET, come quello progettato dal prestigioso MIT di Boston, che analizzerà il contenuto delle feci per ottenere informazioni fondamentali dal punto di vista sanitario.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Montare box doccia: con Relax è facile

Montare il box doccia: con Relax è facile

Approfondimenti
Box doccia in nicchia con profili neri e telaio pre-montato

Montare box doccia con Relax è più facile di quanto pensi. In effetti, ci vuole meno tempo di quanto potresti aspettarti. Le soluzioni che abbiamo pensato per rendere i nostri box doccia semplici e veloci da montare sono diverse 👇🏻

Montare il box doccia: prendere le misure

La situazione più importante quando si va a montare il box doccia è la presa delle misure. Molto spesso, infatti, le pareti su cui vengono posizionate le cabine doccia non sono perfettamente perpendicolari, questo può creare delle difficoltà in fase di montaggio. Assicuratevi sempre che quest’ultime siano perpendicolari, e nel caso non lo fossero, preparatevi ad utilizzare dei profili di compensazione specifici per la vostra cabina doccia.

Presa misure box doccia

Box doccia pre-montati: cosa sono e come funzionano

I box doccia preassemblati Relax assicurano un’installazione efficace, sicura e molto veloce. Ma come funzionano esattamente?

 

Un prodotto preassemblato ha la particolarità di essere confezionato dall’azienda produttrice (in questo caso Relax) con alcuni elementi già inseriti all’interno della loro sede fisica di destinazione, ovvero dove andrebbero montati in fase di installazione. Alcune cabine doccia Relax si distinguono per avere profili superiori ed inferiori preassemblati con il resto del telaio. La soluzione pre-montata si rivela così un ottimo modo per risparmiare tempo ed errori in fase di installazione.

Montaggio box doccia

Quali sono le cabine doccia preassemblate Relax?

Le cabine doccia preassemblate di Relax sono diverse, ognuna con delle caratteristiche proprie. Vediamone alcune insieme:

Steam PB

Steam PB è una cabina doccia in nicchia per il bagno turco. È dotata di sistema di tenuta vapore che garantisce completamente il mantenimento del calore all’interno. Steam PB è un box doccia preassemblato perché l’intero telaio, ad esclusione della porta, giunge a destinazione già predisposto all’installazione. Per montare box doccia come Steam PB quindi, non servono necessariamente mani esperte, basta seguire le istruzioni passo-passo.

Steam PB cabina doccia preassemblata

Unico A+A

Unico A+A è una cabina doccia angolare composta da due ante scorrevoli che si aprono e chiudono creando un’accesso ad angolo, con notevole spazio di ingresso. Unico è caratterizzato da un profilo di decoro superiore completamente personalizzabile nel colore, per abbinare anche il minimo dettaglio all’ambiente bagno circostante. Unico A+A è un box doccia che Relax fornisce preassemblato. Gli elementi che lo compongono già montati sono: i vetri fissi, con i profili superiori ed inferiori e il montante che reggerà la cabina doccia a muro. Le uniche due parti che necessitano installazione sono le ante, che vanno regolate.

Unico A+A box doccia preassemblato

Smart SC1

Smart SC1 è una cabina doccia in nicchia con vetro dallo spessore di 6mm. Presenta un’anta scorrevole, comoda e di veloce fruizione, che bene si integra con una nicchia all’interno del bagno. Smart SC1 è un prodotto particolare rispetto ai precedenti, in quanto, la predisposizione per la nicchia ne differenzia il pre-assemblaggio. Porta e lato fisso giungono separati, ma quest’ultimo, porta con sé il telaio intero che sarà poi regolato in base alle esigenze e alle perpendicolarità delle pareti.

Smart SC1 box doccia preassemblato

Montare il box doccia: Relax ti mette a disposizione tutti gli strumenti

Che tu voglia affidarti ad uno dei nostri installatori accreditati (reperibili al seguente link) o montare il box doccia in autonomia, abbiamo predisposto un’area download. All’interno di quest’area potrai trovare tutte le schede tecniche e le istruzioni di montaggio di cui hai bisogno per completare la tua installazione. Se necessiti di maggiori informazioni sulle certificazioni che rendono un box doccia Relax, un box doccia di qualità, puoi leggere di più qui. I box doccia Relax sono testati e certificati TÜV Sud.

Download istruzioni di montaggio

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Cersaie 2022: ultime tendenze

Cersaie 2022: ultime tendenze

Approfondimenti
Cersaie 2022: le ultime tendenze

Il bagno è diventato il luogo del design e della bellezza in cui prendersi cura di sé stessi e di dedicarsi al benessere del corpo e della mente.  Le ultime tendenze del Cersaie 2022 parlano chiaro: il bagno sta assumendo le sembianze di una vera Spa. Dimentichiamoci il bagno come stanza di servizio, oggi è un vero luogo di benessere.

La Domotica

La domotica è entrata prepotentemente in bagno. Il Benessere, infatti, è legato agli strumenti digitali e alla tecnologia. Sono sempre più diffusi i sistemi operativi regolabili con il cellulare.

 

Musicoterapia, aromaterapia e cromoterapia la fanno da padrone in doccia o in vasca grazie a sistemi Bluetooth. Sono facili da usare e donano tanto benessere.

Come saranno i bagni nel futuro?

Box doccia

Il walk-in è tuttora una evidente tendenza. Il successo di questo tipo di doccia si spiega con il fatto che il walk-in è ideale per chi vuole condividere design e comodità. Con l’aiuto della domotica si sono trasformate in piccole Spa, in modo particolare grazie alla cromoterapia e all’aromaterapia. La musica è un altro potente antistress. Offre sollievo dallo stress e può dare il giusto rilassamento. Scopri anche i box doccia walk-in di Relax, di design e di qualità certificata TÜV SÜD, completamente Made in Italy.

Domotica, cromoterapia e aromaterapia creano un mix perfetto per il box doccia

Cersaie 2022: tra le ultime tendenze protagonista la vasca idromassaggio

Tra le ultime tendenze di Cersaie 2022, la vasca idromassaggio, lo strumento di benessere per eccellenza, è protagonista.

Aldilà delle loro qualità estetiche le attuali vasche idromassaggio si caratterizzano per le continue innovazioni dal punto di vista tecnico. Ora le vasche sono perfette per garantire al corpo il massimo del benessere.

Vasca idromassaggio, il massimo del benessere

Vasche tradizionali

In continua innovazione le vasche freestanding con rubinetteria a pavimento. Le modernissime vasche da bagno aggiornano l’idea della tinozza e vanno a coniugare estetica e praticità. Sono infatti progettate secondo i canoni della attuale ergonomia per offrire il massimo comfort.

 

Vengono realizzate con materiali di ultima generazione che hanno caratteristiche antiscivolo e antiusura in grado di impedire lo sviluppo di batteri e si possono pulire molto facilmente. Sono vasche compatte da bordi alti e con volumi accoglienti pensate quindi per dare al corpo tanto benessere.

Vasca tradizionale, estetica e praticità

Cersaie 2022: le ultime tendenze di Mobili da bagno

I Mobili da bagno che caratterizzano Cersaie 2022 hanno forme semplici ed eleganti che tengono conto della rinnovata necessità di spazialità, elemento che è diventato un requisito fondamentale all’interno dell’ambiente bagno.

 

Gli attuali mobili da bagno hanno un grande impatto estetico. Sono stati chiaramente progettati per una decisa ottimizzazione degli spazi armonizzando sapientemente funzionalità e design. Tra le ultime tendenze di Cersaie 2022 abbiamo mobili che strizzano l’occhio alla sostenibilità con largo impiego di materiali quali: legno – pietra – marmo.

 

La ricerca del benessere per gli utenti è evidente anche per i mobili da bagno che incorporano molti degli elementi più utili per la personal care quotidiana

Mobili da bagno, eleganza senza tempo

Sanitari e lavabi

Le tendenze del bagno evidenziano sanitari sempre più compatti, caratterizzati da un design elegante. Un’altra tendenza che domina già da qualche tempo e che continua a confermarsi sono la coppia di sanitari sospesi.

 

 

Ma è lo stile che domina tra i sanitari:

 

WC e Bidet sospesi sono diventati veri e propri oggetti di design. Troviamo soluzioni in stile classico rivisitato in chiave più attuale: il cosiddetto vintage e soluzioni più moderne per bagni minimalisti o dallo stile industriale. Il dominio dei sanitari sospesi è giustificato dal fatto che sono molto più funzionali di quelli tradizionali. Ancora una volta il tema: pulizia – tempo – fatica, spinge verso questa tipologia di sanitari che sono molto più igienici non avendo zone di appoggio sul pavimento, rendono le operazioni di pulizia del bagno molto più agevoli e veloci.

 

 

La tendenza dei sanitari moderni fa rima con colori. Quindi perché limitarsi a lavabi – bidet – vasi di un bianco anonimo? Spazio ai colori che richiamano la natura. Sono alla moda i lavabi da appoggio in forme particolarmente eleganti soprattutto rettangolari o squadrate.

Cersaie 2022, spazio ai colori

Cersaie 2022: Rubinetti e miscelatori doccia dominano tra le ultime tendenze

In funzione del tipo di bagno possiamo individuare 2 grandi filoni:

 

 

1) Lo stile contemporaneo

2) Lo stile vintage

 

 

L’offerta dei miscelatori classici è diventata più ampia e articolata. Per un bagno vintage vengono proposti miscelatori classici con manopole a croce e con una struttura molto sinuosa, estremamente elegante. Molto alla moda i miscelatori doccia con leve in ceramica bianca. Proprio in relazione a questo nuovo gusto è ritornato un grande interesse verso finiture come rame, bronzo e oro. La rubinetteria di design ha linee completamente diverse. L’impronta stilistica è da ricercarsi nella linearità delle forme e nella semplicità ed essenzialità.

 

 

Relativamente alla rubinetteria contemporanea, una delle ultime tendenze dal Cersaie 2022, la più evidente, quasi a controbilanciare il grigiore del periodo che stiamo vivendo, è il colore. Spazio allora a tante varianti di rubinetteria colorata. Le tonalità di moda sono neutre dal crema alla sabbia passando per tutte le tonalità dei grigi.

Rubinetti e miscelatori, grande scelta di finiture

Rivestimenti

Il bagno di tendenza è la perfetta sintesi di eleganza e funzionalità. La stanza da bagno va arredata con stile e raffinatezza. I Rivestimenti devono essere di grande effetto visivo. La funzionalità è evidente nel successo delle piastrelle di grandi formati, una delle ultime grandi novità di Cersaie 2022. Questa scelta consente di creare superfici continue, con fughe ridotte al minimo.

 

 

Lo scopo è di avere un pavimento facile da pulire. L’eleganza del grande formato si sposa la continuità con il piatto doccia e anche con il mosaico per le pareti del box. I rivestimenti a mosaico stanno riscuotendo un grande successo, soprattutto quelli che riprendono segni mediterranei o geometrici.

 

 

Grazie al mosaico si possono creare giochi di luce con colori ad esempio ispirati al mare. Si è consolidata la tendenza del cosiddetto stile terrazzo o graniglia che combina: marmo – quarzo – vetro – cemento e che rievoca le bellezze dei vecchi palazzi nobiliari.

 

 

Perdura la tendenza delle piastrelle nero lucido che danno luminosità al bagno e lo rendono lussuoso.

 

 

Si utilizza il nero nelle piastrelle di grande formato in gres e nelle mattonelle e nelle classiche cementine dai motivi geometrici in nero su fondo bianco. Di grande attualità il parquet autentico, specie con superfici lavorate che enfatizzano la matericità del rivestimento.

Rivestimenti, grande effetto visivo

Cersaie 2022: tra le ultime tendenze c’è la carta da parati

La carta da parati grazie ai nuovi materiali come il vinile, la fibra di vetro e il tessuto non tessuto trova sempre più spazio in bagno. Sono infatti carte da parati waterproof capaci di resistere all’umidità.

 

Si può scegliere tra carte da parati con fantasie geometriche o composizioni che si ispirano alla natura e ai fiori. I colori più attuali spaziano dalle tonalità dei blu e dei verdi ma per chi vuole osare c’è il fucsia.

Carta da parati, waterproof è il futuro?

Colori

Le tinte delle pareti non saranno più dominio incontrastato del bianco perché la tendenza è di utilizzare tinte colorate e allegre.

Cersaie 2022: conclusioni sulle ultime tendenze

Si sta affermando un tipo di bagno signorile. Un ambiente elegante ma ben organizzato dove il wellness è sempre più centrale e le personalizzazioni assumono una importanza prioritaria.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

I segreti per una beauty routine sotto la doccia

I segreti per una beauty routine sotto la doccia

Approfondimenti

Fare la doccia è un’azione ormai entrata nella routine quotidiana di tutti noi. Ma hai mai considerato di implementare una vera e propria beauty routine sotto la doccia? I vantaggi sono diversi!

 

Sapevi inoltre, che dietro un gesto così banale come fare la doccia si nascondono delle insidie che possono rovinare la vostra pelle? Il ripetersi di azioni non corrette può avere conseguenze dannose. È necessario quindi modificare certe abitudini adottando pochi e semplici accorgimenti che fanno davvero la differenza.

 

In questo articolo Relax vi illustrerà come migliorare la vostra pelle sotto la doccia.

Sai tutto sulla doccia?

Quanto spesso fare la doccia?

 

La frequenza della doccia dipende dal tipo di attività. Per una persona poco attiva è sufficiente utilizzare il box doccia 2/3 volte la settimana. Una persona sportiva può fare 2 docce al giorno , consapevole che devono essere brevi e insaponandosi solo dove serve. Fare docce troppo spesso è sbagliato perché secca la pelle. Farsi la doccia tutti i giorni va bene purché si usi soprattutto l’acqua. L’acqua infatti nuoce meno del sapone.

Beauty routine sotto la doccia: come mantenere idratata la pelle del corpo?

 

Se si fa spesso la doccia e si vuole evitare che la pelle del corpo si secchi e si disidrati, prima di fare la doccia è consigliabile spalmare sul proprio corpo dell’olio di oliva o di mandorle , prodotti naturali che aiutano a mantenere la pelle più morbida ed elastica.

Qual’è la giusta temperatura dell’acqua per la doccia?

 

La temperatura ideale deve essere tra i 25 e i 30 gradi. Nel caso in cui si volesse fare una doccia rinvigorente e tonificare i muscoli si dovrà utilizzare acqua fredda con temperatura compresa tra i 23 e i 24 gradi. La doccia fredda però, è sconsigliata a chi soffre di pressione alta.

 

La doccia con l’acqua calda è consigliata quando il carico di stress è molto alto perché ha effetti positivi sul sistema nervoso. La temperatura dell’acqua deve essere tra i 31 e i 36 gradi. Questa doccia è sconsigliata alle persone con pressione bassa.

Quando fare la doccia: al mattino o alla sera?

 

Il momento migliore è quello che preferisci tu. In linea di massima non c’è un orario migliore di un altro, possiamo però vedere quali sono i benefici di fare la doccia al mattino o alla sera.

 

Fare la doccia al mattino:

 

  • È corretto per chi ha la pelle grassa. In questo modo si elimina il sebo che si accumula durante la notte.
  • Aiuta a svegliarsi con più rapidità
  • Rende la pelle più luminosa
  • Fa bene al cuore
  • Migliora l’aspetto generale della persona

 

Fare la doccia di sera:

 

  • Aiuta a riposare meglio e a prendere il sonno prima
  • Riduce lo stress e l’ansia
  • È indicata per chi ha una sudorazione eccessiva

Quanto tempo deve durare una doccia?

 

Non si dovrebbe restare sotto la doccia per più di 5 minuti. Meno tempo ci restate e meglio è. Le docce molto lunghe tendono a disidratare la pelle e i capelli.

 

Inoltre è bene non esagerare con l’acqua calda. L’acqua calda secca l’umidità della pelle come nessun’altra cosa, oltre ad eliminare i grassi naturali necessari. Quindi per conservare la giusta idratazione della pelle la doccia deve essere fatta con acqua tiepida.

 

NO acqua troppo dura!

 

Se si abita in una zona con acqua troppo dura è necessario dotarsi di un filtro per l’acqua all’interno del proprio box doccia.

Il filtro per l’acqua in questo caso non è un lusso ma il modo migliore per salvaguardare la pelle e i capelli.

L’acqua ricca di calcare contiene minerali come calcio e magnesio che depositandosi sulla pelle e sui capelli causano secchezza e irritazione.

Quali sono i box doccia migliori per una beauty routine?

Beauty routine sotto la doccia: perché preferire la doccia al lavandino?

 

Da sempre, abbiamo utilizzato la doccia solamente per lavarci ed idratarci, ma perché non utilizzarla per renderla partecipe della nostra beauty routine quotidiana? I vantaggi che questa può portare sono molteplici:

 

  • Spazi importanti. È cosa comune che il lavandino in bagno non sia mai capiente abbastanza per tutti i prodotti di cosmesi che utilizziamo.

 

  • Pulizia. Ampi spazi e massimo comfort implicano una pulizia profonda, di viso e corpo, nello stesso ambiente, un toccasana, no?

I benefici di una cabina doccia di grandi dimensioni

 

La parola chiave per il benessere all’interno del bagno è: comfort. Cosa può essere più confortevole di uno spazio di dimensioni generose? I benefici che una doccia dalle dimensioni maggiori alla norma può dare sono tantissimi, e dipendono tutti dalla grandissima ariosità degli ambienti. Abbiamo selezionato per voi due tipologie di prodotto simili, ma dall’anima completamente differente, sono entrambi box doccia di qualità certificata TÜV SÜD, ma con caratteristiche differenti, vediamoli insieme:

 

  • Smart SC2. Una cabina doccia dalle dimensioni generose, pensata per due, ma facilmente utilizzabile anche da una persona singola. Gli spazi ampi e generosi sono l’ideale per permettervi di godere di una beauty routine comodissima.

 

  • Cover 2AC. Un box doccia in nicchia con una doppia anta scorrevole. Le dimensioni sono importanti, così come gli spazi interni. La soluzione più comune prevede che possano essere posizionate più di una mensola all’interno, permettendo una maggiore superficie di appoggio per tutti i nostri prodotti di cosmesi.
box doccia di grandi dimensioni

Beauty routine sotto la doccia: riponi tutte le tue cose

 

Non c’è niente di più comodo all’interno del vano doccia di poter appoggiare shampoo e prodotti per la cura personale, a volte ingombranti, con confezioni voluminose. Una mensola, componibile ed abbinabile con altre mensole, si rivela la soluzione ideale.

 

Abbiamo creato Oblique per permettere di appoggiare tutti i prodotti di cosmesi che si desiderino, coniugando design e praticità. Si tratta di un prodotto brevettato e riconosciuto (così come molti altri prodotti Relax, trovi di più sui nostri brevetti qui) capace, da solo, di sostenere una cabina doccia con vetro fino a 140 cm di lunghezza.

Siediti e prenditi il tuo tempo

 

Fai una pausa e ricaricati. Prenditi il ​​​​tuo tempo. Vai avanti, fatti una doccia calda e prenditi cura di te. Riposati e, perché no, siediti sotto la doccia mentre fai le tue cose. A volte, per ricaricare completamente le energie è bene rilassarsi e fermarsi, a maggior ragione in un momento di relax totale come farsi una doccia. Aggiungi uno sgabello nel tuo box doccia per dare forma alla tua beauty routine quotidiana sotto la doccia. Lo sgabello Quadro si prende cura di te per fornire una comoda seduta e all’occorrenza diventa essenziale per appoggiare tutti gli oggetti di cosmesi di cui puoi aver bisogno.

Asciugamani a portata di mano

 

Preferire la doccia al lavandino per la propria beauty routine comporta molte comodità. Tra queste, la possibilità di avere direttamente a portata di mano un asciugamano per ogni eventualità.

 

La porta pivotante risolve questa problematica permettendoci di avere, direttamente all’uscita dalla doccia, un asciugamano pronto (e se vogliamo anche caldo) da poter afferrare al volo. La collezione Kubik risolve questo enigma, proponendo un’anta pivotante distante ben 18 cm dal muro, una misura notevole, che permette di installare comodamente un porta asciugamani. Vedere per credere!

Quali detergenti utilizzare nella propria beauty routine sotto la doccia?

 

Per sé stessi

È consigliabile utilizzare detergenti a PH neutro o leggermente alcalini. Il PH cutaneo è di circa 5.5 quindi leggermente acido. Lo strato protettivo acido respinge buona parte dei batteri. Se facciamo la doccia con un sapone alcalino, lo strato protettivo viene indebolito o addirittura distrutto perché il grado di acidità non è più bilanciato. Ecco perché è bene usare gel doccia a PH neutro o leggermente acidi. I gel doccia non devono essere profumati ne colorati e nemmeno fare schiuma. È consigliabile utilizzare i gel doccia solo per le zone più problematiche. Quando si fa la doccia non c’è bisogno di insaponare sempre tutto il corpo, è sufficiente lavare bene: piedi – ascelle – sedere.

 

Idratarsi dopo la doccia è fondamentale, dicono i dermatologi, non può infatti mancare l’idratazione della pelle che deve avvenire entro pochi minuti per non perdere l’umidità della pelle e intrappolare meglio l’idratazione. È un’ottima abitudine beauty lasciare l’epidermide umida per favorire la penetrazione dei principi attivi dei prodotti di bellezza per la pelle.

 

Per la cabina doccia

La cabina doccia non ha bisogno di tutte le attenzioni che dedichiamo al nostro corpo, ma alcune accortezze sono d’obbligo se non vogliamo rischiare di rovinarla irreparabilmente.

 

Prediligi prodotti naturali per la pulizia della cabina doccia. Emulsioni di aceto bianco, bicarbonato e limone con una spugna possono eliminare il calcare fino in fondo. Mentre, con soluzioni di alcol denaturato, aceto bianco e acqua si possono pulire vetri e depositi di sapone.

 

In ogni caso, un detergente neutro, se non avete a disposizione gli elementi sopracitati, può essere una salvezza, capace di pulire ogni tipo di sporco senza intaccare con il proprio PH la brillantezza di vetri e profili in alluminio.

Conclusioni

I minuti che trascorriamo sotto la doccia, secondo Relax, non sono soltanto un semplice modo per provvedere all’igiene personale, ma un importante momento di benessere nel quale corpo e mente possono distendersi completamente e recuperare energie.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Cabina doccia in camera da letto: consigli e proposte

Cabina doccia in camera da letto: consigli e proposte

Approfondimenti
Box doccia ad anta scorrevole angolare in camera da letto

Tra gli ultimi trend living del momento, quello di creare un bagno con cabina doccia direttamente in camera da letto, è tra i più seguiti. Scopriamo insieme il perchè 👇

Cabina doccia in camera da letto: le dimensioni

Quando si opta per un bagno in camera da letto, bisogna considerare innanzitutto gli spazi. Lo spazio disponibile farà la differenza tra la separazione degli ambienti e la loro unione.

 

Una delle soluzioni che più si utilizzano è quella di sottrarre superficie utile alla stanza per poter ricavare lo spazio minimo necessario per ricavare il bagno. Questa è una soluzione in cui bagno con cabina doccia in camera da letto e camera da letto vera e propria convivono amabilmente.

 

È possibile come seconda opzione, costruire due luoghi separati, lasciati comunicare solamente da un’apertura nel muro o una parete divisoria. Questa è una soluzione che non toglie spazio alla camera da letto, ma la amplia e la arricchisce.

 

In un progetto di camera da letto con bagno, quando la situazione pre-esistente lo permette, è sempre bene fare una verifica preliminare sugli spazi minimi di cui il nostro bagno necessita. Una cabina doccia in camera da letto ha bisogno infatti di un luogo con superficie minima dove poter organizzare camera da letto e mobili da bagno essenziali.

Box doccia walk-in semicircolare in camera da letto

Cabina doccia walk-in in camera da letto

Realizzare il bagno con box doccia in camera da letto? Le soluzioni migliori

 

  • Camera con vista. Non intende una vista che punta direttamente all’esterno dell’edificio, ma all’interno della camera da letto. Soluzione questa, che si integra perfettamente con l’ambiente circostante.

 

  • Cabina doccia angolare in camera. Quando la camera da letto non è di grandi dimensioni, la soluzione è quella di inserire una cabina doccia angolare a fianco del letto.

 

  • Cabina doccia dietro al letto. Penultima e più scenografica modalità prevede la testiera del letto in appoggio sul vetro di una cabina doccia con gli ingressi alle estremità. Una soluzione particolare che necessità di grandi spazi.

 

  • Cabina Doccia con muro che divide. Soluzione in voga nell’hotellerie. Il muro divisorio permette di ottenere quanta più privacy possibile in un ambiente aperto e condiviso.

Bagno con cabina doccia in camera da letto: vantaggi e svantaggi

 

  • Vantaggi
    • Ottimizzazione degli spazi interni. Moltissime abitazioni non hanno la possibilità di inserire un bagno direttamente in camera da letto, molto spesso sono soluzioni ad hoc pensate prima di costruire casa o in fase di ristrutturazione. Le soluzioni proposte permettono di comprendere come far coesistere i due ambienti senza ricavarne uno su misura.
    • Valorizzazione dell’immobile. Un secondo bagno aumenterà sicuramente il valore dell’immobile di riferimento, facendo gola ai possibili acquirenti.
    • Comfort senza pari. La comodità che un bagno in camera può dare è senza eguali. Provare per credere!

 

  • Svantaggi
    • Nessuno!
Box doccia ad anta scorrevole in nicchia in camera da letto

Box doccia ad apertura scorrevole in camera da letto

Cabina doccia in camera da letto: scopri i box doccia Relax

Il bagno in camera da letto comporta che il box doccia deve essere perfettamente integrato con l’ambiente. Il box doccia, in questo caso, è fondamentale. Deve essere rigorosamente: funzionale ed elegante allo stesso tempo. Il box doccia Relax grazie alle loro caratteristiche tecniche ed estetiche, sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Dalle soluzioni walk-in, ai prodotti salvaspazio, utilissimi in contesti dove ogni centimetro è vitale, i modelli di box doccia Relax sono davvero tanti e utili, così da consentire ad ogni persona di poter scegliere il preferito e il più adatto. Ogni box doccia Relax è poi certificato TÜV, un valore aggiunto che rende ogni cabina doccia, una cabina doccia di qualità. Le cabine doccia Relax hanno un design elegante con profili in metallo che creano particolari effetti visivi, in questo caso si abbinano in maniera perfetta ad uno stile di arredo moderno, chi invece preferisce un ambiente più classico, può optare per un modello più tradizionale di box doccia.

 

Relativamente ai vetri, Relax garantisce piacevoli effetti estetici. Per chi preferisce una visione completa dell’ambiente, potrà scegliere il vetro trasparente, chi invece vuole assicurarsi un buon livello di privacy, si orienterà verso il vetro satinato.

Cover B1

  • Dotato di cerniera e maniglia completamente personalizzabili nel colore
  • Cerniera studiata con l’alzata. Un modo pratico ed elegante per conservare al meglio le guarnizioni dall’usura
  • Eleganza estetica esaltata dall’assenza di viti sul profilo a muro
  • Facile da montare e da pulire

Luxor 140A

  • Cabina doccia particolare nelle forme, esaltata da un walk-in asimmetrico, unico nel suo genere
  • Con piatto doccia in solid surface, materiale ripristinabile, igienico, caratterizzato da una superficie morbida al tatto
  • La barra di supporto può essere equipaggiata anche con il soffione per ottimizzare lo spazio

Axia SC1

  • Box doccia caratterizzato da un vetro spesso ben 8mm con un binario di scorrimento a vista.
  • Axia ha la possibilità di aggiungere un sistema di soft-close per una chiusura rallentata e sicura a fine corsa dell’anta.
  • Uno sgancio posto sull’anta ne semplifica enormemente la pulizia.

Steam B1+F

  • Cabina doccia ideata e pensata per portare il bagno turco direttamente a casa.
  • Si completa con un generatore di vapore fino a 3,5 kw controllabile direttamente d aun pannello touch-screen posto al di fuori della cabina doccia.
  • Spazio interno accessoriabile con adattatore bluetooth e led per cromoterapia all’interno della cabina doccia

Puro SF+F

  • Cabina doccia elegante e raffinata con profili dalle dimensioni ridotte.
  • Profilo di decoro superiore colorato ed intercambiabile. Personalizzabile in diversi colori disponibili a catalogo.

Smart A+A

  • Box doccia con apertura scorrevole disponibile in diverse dimensioni e varianti.
  • È un prodotto premontato che si può posizionare in tempi molto rapidi
  • Le diverse finiture di colore dei profili e dei vetri lo rendono perfetto per molti ambienti differenti

Conclusioni

Una camera da letto con bagno annesso riveste un fascino davvero unico oltre cha ad essere altamente funzionale. Un ottimo spunto per un progetto di bagno in camera arriva dalle stanze d’albergo. Realizzare un bagno in camera è possibile anche quando non ci sono pareti a dividere i 2 ambienti. Da un punto di vista normativo, non ci sono grossi impedimenti. Con il supporto di un tecnico, sarà tutto molto semplice. Il piacere di poter passare senza spifferi dalla doccia alle coperte è impagabile.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Scopri il nuovo video istituzionale Relax 2022/2023

Scopri il nuovo video istituzionale Relax 2022/2023

Approfondimenti

Ci siamo ispirati alla nostra territorialità e all’orgoglio che proviamo nel rappresentarla nell’ideazione e la creazione di questo nuovo video istituzionale che ci accompagnerà nel 2023. Scoprine tutti i segreti qui 👇

Emotion in Motion

“Cosa vi andrebbe di fare oggi?”. È questo il filo conduttore che ci accompagna nel corso di questo video, un’insieme di messaggi vocali, in un gruppo di amici, posti a rispondere a questa domanda. Le risposte vocali, diverse le une dalle altre, sono accompagnate da un’immagine visuale che aiuta a comprendere il significato del parlato. Proponendo visivamente un senso di tranquillità, appagamento e relax, vi è un chiaro riferimento al nome aziendale, in un cerchio che si chiude compiuto.

video istituzionale relax 2022/2023

Il messaggio vocale, leitmotiv del video

Intenzioni di regia: tra musicalità e tone of voice

Particolare attenzione è stata posta al comparto audio, in particolar modo alla scelta della musicalità. L’intero filone narrativo è sostenuto da una colonna sonora importante. Particolarmente rilevante è il climax ascendente che sale fino alla sequenza finale, momento in cui Relax si dispiega nella sua forma più pura. Messaggi vocali e colonna sonora proseguono per tutta la durata del filmato. Un parallelo fruttuoso e convincente che coinvolge fino alle battute finali.

 

Il tone of voice in questo video istituzionale prende spunto dal nome aziendale e con esso si sviluppa per delineare una narrativa coinvolgente ed elegante, che bene si presta alle immagini visualizzate a schermo. Il ritmo, incalzante, aiuta nello scandire il tempo e, lasciando spazio al racconto della storia, prosegue in un binario tutto suo, con le stesse tonalità iniziali e con la pacatezza e il rilassamento tipici di una conversazione amichevole.

Le location

La scelta delle location, con l’obiettivo di mostrare i luoghi naturali che colmano i nostri territori, è stata semplice, alla luce del fascino che li circonda. Per questo video istituzionale infatti, sono stati scelti tre luoghi, comprensivi ognuno di una particolarità che specificasse la complessità e la diversità del territorio italiano. Tutti e tre, parte integrante delle bellezze del Veneto, luogo nel quale Relax opera con passione da ormai quasi 20 anni.

Le location scelte evocano italianità

L’intento del video istituzionale

Per concludere, l’incipit iniziale, di un video istituzionale che sapesse raccontare l’azienda e i suoi valori, dando spazio alle persone, è centrato brillantemente. Il cortometraggio riesce a valorizzare i punti evidenziati, strizzando l’occhio ad un prodotto di pregio, come una cabina doccia di qualità, di produzione completamente italiana e certificata TÜV.

Climax sulla scena finale

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Fiori in bagno, idee su come arredare

Fiori in bagno, idee su come arredare

Approfondimenti
fiori dentro i vasi in casa decorazione

In questo articolo, Relax intende parlare di arredamento, non solo utilizzare i fiori come bellissimi elementi decorativi. I fiori e le piante sono elementi caratterizzanti dell’arredamento, specialmente i fiori in bagno. I fiori sono belli e conferiscono ad ogni stanza una nota di freschezza e di profumo. Infatti, è cosa buona arredare con i fiori per l’importanza delle sensazioni olfattive di ogni singolo ambiente.

Perchè mettere fiori in tutta la casa anche in bagno?

Chi pensa che sia meglio evitare i fiori in casa si sbaglia, i fiori apportano tanti vantaggi. Le piante fiorite in camera da letto aiutano a riposare meglio, i fiori in bagno sono un tocco di profumo in più. Portare un poco di natura in casa ci farà sentire bene.

Come scegliere i fiori migliori e come riciclare vecchi utensili per i fiori di casa?

Dal fioraio ci sono tante soluzioni già pronte ma, è più creativo e stimolante realizzare delle proprie composizioni. Il nostro consiglio è di utilizzare vecchi oggetti e dare loro nuova vita come contenitori per i nostri fiori. Anche una pentola riempita di fiori può diventare un ottimo elemento di arredo, oppure una brocca o una vecchia teiera o delle vecchie bottiglie. È ora di recuperare questi oggetti dai ripostigli e riempirli di fiori. In questo modo si può conferire ad ogni stanza grande originalità ed eleganza. I fiori creano emozioni all’interno di una casa, in ogni angolo e in ogni ambiente. Danno immediatamente ad ogni stanza un tocco di eleganza e di profumo.

Come mantenere i fiori in vaso belli e sani il più a lungo possibile?

Ecco i suggerimenti di Relax.

 

  • acquistare e cogliere i fiori ancora chiusi a bocciolo
  • riempite i contenitori con acqua a temperatura ambiente
  • tagliate il gambo dei fiori di sbieco
  • togliete tutte le foglie che nel vaso o contenitore rimanessero sotto il livello dell’acqua.
fiori in bagno decorativi rosa

Orchidea in vaso.

Dove e come inserire i fiori in casa?

La posizione dei fiori è in funzione degli altri elementi di arredo. Posizionare i fiori vicino ad una fonte di luce e in quella zona in cui vogliamo attirare l’attenzione. I fiori in bagno tra saponi, profumi e candele conferiscono bellezza e personalità: due elementi irrinunciabili in una casa. Scegliete il colore dei fiori in base ai colori dell’ambiente.

I fiori in cucina

In cucina si può dare una ventata di freschezza con i fiori. Si possono utilizzare piccoli o grandi contenitori a seconda delle posizioni. Ad esempio, sopra il frigo, sul davanzale delle finestre, sui pensili a giorno o sulle mensole. In cucina sono consigliate composizioni campestri.

I fiori in camera da letto

Se si vuole dare un tocco di novità alla camera da letto senza cambiare l’arredamento si può fare ricorso ai fiori. I fiori infatti possono dare un tocco di nuova allegria alla stanza da letto. Si può realizzare una postazione di rose rosse sul comodino oppure un mazzo di fiori dove si effettua, di solito, la beauty routine. In alternativa mettere una composizione floreale sulla panca ai piedi del letto. Il suggerimento Relax è di raccogliere le rose con un nastro d’argento con a fianco petali di fiori colorati.

bouquet di fiori in camera da letto

I fiori in camera da letto.

I fiori in salotto

In salotto si possono fare composizioni floreali raccolte con grandi nastri con qualche rametto di timo per profumare la casa. Se il salotto è elegante, Relax consiglia di decorarlo con rose nella tonalità del bianco o del rosa abbinate alla luce soffusa delle candele.

Le rose in casa

Le Rose sono perfette per arredare la casa. La Rosa in qualunque colore è un fiore elegante e raffinato e garantisce uno stile molto particolare in qualsiasi angolo dove venga riposta.

Fiori in bagno

Da tempo sono in vendita per il bagno i profumatori spray, i diffusori elettrici e le placchette profumate ma, il bagno e la lavanderia con questi prodotti tecnologici non avranno mai il buon profumo di fresco e di pulito che solo i fiori sanno dare. In lavanderia è molto indicata la lavanda che può dare un tocco di colore e di freschezza a tutto l’ambiente. Se possibile orientatevi sulla Lavanda di Provenza che ha fiori molto belli e profumati da posizionare vicino alla finestra.

Le Ortensie in bagno sono raffinate e romantiche, da sistemare in vasi di cristallo o in bottigliette dalla forma allungata. Per un bagno più allegro e frizzante si può ricorrere a piccoli secchielli di latta o a vasi di terracotta. I Girasoli sono perfetti per l’estate. Se si ha il pollice verde le orchidee sono molto indicate per il bagno.

fiori in bagno decorativi gialli

Fiori in bagno.

Fiori in bagno: le orchidee

Il bagno viene ravvivato dalla esposizione delle Orchidee. Per una soluzione di arredo simpatica si può ricorrere ad una piccola scala in legno. Gli scalini sono la base ideale su cui poggiare i vasetti con le orchidee. Queste scale si possono collocare o vicino alla finestra oppure in una zona non molto usata, ma che diventerà grazie alle Orchidee un’attrazione affascinante.

Fiori in bagno o candele?

Oggi le piante fiorite sono di tendenza ma soprattutto hanno il grande vantaggio di purificare l’aria. In bagno, inoltre, le piante assorbono l’umidità. Le Candele sono valide per decorare il bagno ma sono utili soprattutto per eliminare i cattivi odori. Il consiglio di Relax è di mixare piante fiorite e candele. Per il tema quali piante sono più indicate in bagno vi rimandiamo ai nostri due articoli dedicati.

Fioriere sospese o piante a soffitto in bagno?

Recentemente, per rendere più naturali i bagni di casa, si sono affermate le fioriere sospese e le piante a soffitto, soprattutto se si vive in un appartamento di città. Le fioriere sospese non occupano spazio calpestabile, ma possono essere appese al muro. La stessa cosa si può fare con le piante fiorite a soffitto, che contribuiscono a realizzare un giardino nel bagno di casa. I fiori più adatti per dimensioni, struttura, e crescita da inserire nelle fioriere sospese sono:

 

  • Petunie
  • Begonie
  • Felci
  • Margherite
  • Gerani
  • Edera
  • Lavanda
fioriera appesa a soffitto con fiori rossi

Verticalità dei fiori sospesi.

Fiori in bagno: il fascino e l’eleganza dei fiori acquatici

Le piante e i fiori acquatici sono veri e propri complementi di arredo, sono indicati per il salotto e la camera da letto ma sono particolarmente consigliati per il bagno. I fiori acquatici hanno un effetto scenico spettacolare. I tulipani e i giacinti possono essere trapiantati in vasi totalmente trasparenti dove i bulbi sono visibili e dove occorre solo un poco di acqua all’ altezza delle radici. Per far crescere i tulipani e i giacinti sarà bastevole una soluzione di acqua e concime liquido.

Le piante acquatiche

Chi ama i piccoli arbusti acquatici, può ricorrere alla coltura idroponica, che è in grado di far crescere ” alberelli ” verdi, dove le radici sono visibili in vasi trasparenti. Il loro fusto e il loro fogliame sono particolarmente belli e decorativi. In alternativa si possono utilizzare piante acquatiche in vasi a forma di tazza, o teiera o zuppiera dove vivono benissimo creando un arredo ideale, affascinante e soprattutto molto vivo.

Il giardino verticale

Il giardino verticale è una soluzione innovativa e completamente ” Green “. Il giardino verticale è di gran moda e si può installare in qualsiasi stanza della casa. Si tratta di una parete dove si pone del terriccio e dove si seminano diversi fiori o piantine. La parete fiorita crea un effetto unico e inimitabile, è una proposta adatta anche per i piccoli appartamenti. Il Giardino Verticale è molto decorativo e contribuisce a ben arredare le stanze dove viene collocato. Il Giardino Verticale è in commercio in soluzioni modulari che si installano perfettamente vicino ad una finestra o in qualsiasi stanza dove ci sia una sufficiente illuminazione artificiale per far crescere i fiori e le piante

giardino verticale da interno

Il giardino verticale illumina la stanza.

Conclusioni

Quelle che vi abbiamo indicato sono solo alcune delle tantissime soluzioni che i fiori ci possono regalare per rendere più elegante, più bella e più profumata la casa. I fiori infatti portano in casa un tocco di colore e allegria che rendono gli ambienti più vivaci e frizzanti. Basta solo un po’ di fantasia.

 

Vuoi conoscere altri modi per arredare il bagno? Trovi qui la nostra guida per arredarlo con le piante e qui per arredarlo con le piante grasse.

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

it-IT

Sostituzione vasca con doccia

Sostituzione vasca con doccia: scopri il rivestimento con pareti doccia

Approfondimenti
boiserie concrete pvc rivestimento pareti

Una delle scelte di ristrutturazione interna più in voga degli ultimi anni è sicuramente quella della sostituzione vasca con doccia, in cui, sempre più persone scelgono di rinunciare alla vasca in bagno per sostituirla con qualcosa di più pratico e veloce come un box doccia.

Sostituzione vasca con doccia: cos’è

La mole di lavoro che comporta una ristrutturazione come questa è importante, ma non lasciarti intimidire dalle diverse cose da fare, ci sono team di ristrutturatori che si occupano proprio di questo, ma se volessi procedere in autonomia o seguire lo stato di avanzamento dei lavori, ecco i punti salienti:

 

  • Rimozione. La rimozione di ciò che vogliamo sostituire, come la vasca e il rivestimento in muratura che la circonda (se incassata). Questa è la fase in cui gli spazi cominciano già a delinearsi, permettendoci di avere una visione più chiara di quello che sarà l’ingombro tolto dalla superficie totale del bagno.

 

  • Impiantistica. Il cuore pulsante del vostro nuovo box doccia nasce e si evolve in questa fase cruciale in cui ogni elemento idraulico e/o elettrico prende vita nella sua nuova sede.

 

  • Posa del piatto doccia. È il momento di posare il piatto doccia che avete scelto! Questo sarà la base di appoggio per tutta l’installazione del box doccia che ne seguirà. Che abbiate scelto un piatto doccia effetto pietra o uno in solid surface bianco candido, sarà la base di partenza per tutte le vostre docce rilassanti.

 

  • Posa dei rivestimenti. In precedenza, rimuovendo i sanitari sono saltate delle piastrelle? Nessun problema. Nella fase di sostituzione vasca con doccia, una parte importante è ricoperta anche dal rivestimento delle pareti. Qual è la soluzione ideale quindi per rivestire le pareti? È bene sempre affidarsi ad un produttore italiano di cabine doccia di qualità ed accessori completamente Made in Italy, come Relax, che ha pensato ad una soluzione pratica e veloce, nonché più economica del classico rivestimento in muratura: le pareti doccia. Si tratta di pannelli in PVC, solid surface o resine e minerali rivestiti in gel-coat pensati appositamente per ricoprire le pareti danneggiate o semplicemente per far cambiare aspetto al proprio bagno! Prosegui nella lettura per saperne di più.

 

  • Installazione del box doccia. È arrivato il gran momento, stanno per prendere forma i mesi di progetti che vi siete lasciati alle spalle e siete pronti a montare la vostra cabina doccia. Prima di farlo, però, prenditi un minuto per consultare il nostro elenco di centri assistenza autorizzati, presenti in tutta Italia, sapranno montare il tutto con velocità e precisione chirurgica.

 

  • Foto! La soddisfazione nel vedere un bel progetto prendere forma è indescrivibile, soprattutto se è il vostro! Scatta una foto e taggaci!
sostituzione vasca con doccia

Rimozione rivestimento murario

Pareti doccia: per una sostituzione vasca con doccia ottimale

Durante i lavori di ristrutturazione, specialmente in quelli di sostituzione vasca con doccia, è cosa comune che le piastrelle che rivestono il bagno si danneggino, vengano eliminate di proposito o che non siano presenti nella parte inferiore della muratura, dove risiedeva la vasca.

 

Le soluzioni che si prospettano davanti sono due, molto diverse fra loro:

 

  • Effettuare un costoso intervento di piastrellatura e rivestire interamente la parete

 

  • Installare delle pareti doccia solide ed eleganti pronte all’uso, come quelle Relax

 

Ma esattamente in cosa consistono le pareti doccia?

Sono elementi in PVC, solid surface o resine e minerali rivestiti da gel-coat completamente impermeabili che vanno posizionate alle spalle del piatto doccia, a ridosso della parete, ricoprendola interamente. Le pareti doccia sono una delle soluzioni più comuni e più semplici da utilizzare in fase di ristrutturazione, perché al contrario del rivestimento in muratura, vanno solamente posizionate ed incollate al muro, senza alcun tipo di fatica.

 

Qual’è una delle caratteristiche più apprezzate delle pareti doccia?

Sicuramente la possibilità di tagliarle su misura, in base alle esigenze di ogni bagno. Sono, tuttavia, disponibili in diversi formati e dimensioni.

Pareti doccia Relax

Relax, azienda produttrice di box doccia di qualità Made in Italy, propone a catalogo due diverse soluzioni di parete doccia per risolvere i problemi legati alla ristrutturazione e alla sostituzione vasca con doccia.

Boiserie Lago

Parete in resine e minerali rivestiti con gel-coat, un gel protettivo che solidificandosi protegge esternamente la superficie della boiserie. Disponibile in 4 diverse colorazioni, è solida, robusta ed è completamente ripristinabile con un panno se si sporca. Si dimostra soluzione ideale anche per le situazioni su misura: è infatti possibile tagliarla in opera a piacimento, in base alle esigenze.

boiserie lago rivestimento pareti solid surface

Boiserie Concrete

Impermeabile, leggera, con uno stile ricercato. La parete doccia boiserie Concrete è l’ideale per completare il box doccia per chi ha un occhio particolarmente attendo al design ed alla composizione dei colori. È disponibile in 4 diverse colorazioni che riprendono i motivi classici e le venature del cemento.