fbpx

Box doccia con anta saloon

Home > Guida alla scelta > Box doccia con anta saloon

La cabina doccia con due ante saloon permette un’apertura a 180° di entrambe, sia verso l’esterno sia verso l’interno. In quest’ultimo modo non ingombrano per nulla la stanza.

Caratteristiche dell’anta saloon

Come richiama il suo nome, questa cabina doccia è caratterizzata da due porte indipendenti che si aprono sia verso l’interno che verso l’esterno, come le porte del locale pubblico viste in innumerevoli film western.
Il loro uso è molto richiesto quando l’ambiente bagno è piccolo. La porta saloon è infatti una soluzione salvaspazio visto che si apre quasi per tutta la propria misura nominale e quindi massimizza la superficie utile di entrata. Di norma le porte a saloon sono proposte con vetri di spessore 4 o 6 mm.

Tipi di box doccia con anta saloon

Box doccia con telaio

La cabina doccia con telaio e ante saloon è montata in nicchia, angolare o 3 lati. È provvista di cerniere che lavorano tutte all’esterno, in corrispondenza del telaio stesso, oppure può ricorrere ai perni, opzione quest’ultima che permette di posizionare il radiatore o il porta-salviette nel muro senza che il vetro della porta aperto vada a sbatterci e si rompa o rovini. Le cerniere montate a telaio sono la soluzione più usata perché il telaio conferisce robustezza alla cabina doccia e, nella parte inferiore, il profilo agisce come ottima barriera alla fuoriuscita dell’acqua. Nell’ambito dei test della qualità fatti da Relax, le cabine doccia con telaio superano con estrema facilità quelli per la tenuta all’acqua.

Box doccia senza telaio

La cabina doccia senza telaio e ante saloon, usata in nicchia o angolare, va incontro a chi trova l’estetica della cabina doccia con ante a saloon penalizzata dalla presenza di due pannelli di vetro. La versione senza telaio rende il box doccia meno pesante alla vista. In questo caso, le cerniere sono montate direttamente a muro e la tenuta all’acqua viene garantita dalle guarnizioni montate nella parte inferiore. Per evitare che si usurino prematuramente strisciando nel minimale profilo diga inferiore o nel piatto doccia, se questo è montato a filo pavimento, le cerniere sono provviste del sistema di alzata. Questo sistema, inoltre, garantisce di più l’allineamento delle porte e quindi la tenuta dell’acqua.

Vantaggi dell’anta saloon

Montata su un profilo verticale che le permette di ruotare a 180° su sé stessa, è molto facile da usare perché basta una spinta e si apre completamente all’esterno o all’interno. Nel primo caso, agevola le attività di pulizia, mentre nel secondo semplifica lo sgocciolamento nel vano doccia anziché sul pavimento e, nel caso di poco spazio esterno, risolve l’apertura. Per questo è considerata un’ottima soluzione come cabina doccia salvaspazio per bagni piccoli. L’accesso semplice e immediato al box doccia è pratico per persone con difficoltà motorie.

Quando evitare l’anta saloon

Se lo spazio esterno al box doccia è limitato od occupato da altri arredi, l’apertura della porta saloon potrà avvenire solo verso l’interno e dunque la pulizia sarà resa più difficoltosa. Quando le ante sono aperte verso l’esterno è inevitabile lo sgocciolamento sul pavimento. È da evitare come scelta quando la profondità del box doccia è inferiore a 70/80 cm, ancor di più se il soffione è posto di fronte all’ingresso della cabina doccia e quindi diventerebbe un intralcio.