Piante grasse: arreda il bagno con stile

Piante grasse: arreda il bagno con stile
Tre piante grasse appoggiate sul lavandino in bagno

Il bagno è certamente la zona di casa dove è più facile che si accumuli l’umidità. Soprattutto se questo non è provvisto di finestre. La qualità dell’aria è importante ed è bene rendere il bagno un ambiente accogliente. Scopri perchè le piante grasse sono l’ideale per il tuo bagno 👇

Eliminare l’umidità con le piante

Nel bagno l’umidità potrebbe creare qualche fastidio. Per fortuna vi sono molte piante che hanno la capacità di assorbire l’umidità come l’Edera e la Tillandsia che si nutrono proprio dell’umidità dell’ambiente. Allo stesso modo la Felce o la pianta grassa della Haworthia che è abituata a vivere anche in condizioni difficili, nutrendosi della umidità che la circonda.

 

Si possono inserire le piante grasse in bagno? Si certamente.

Le piante grasse sono sempre molto caratteristiche e sono anche facili da coltivare. Sono quasi camaleontiche, si adattano sempre allo spazio in cui si trovano, sono ideali come complementi d’arredo.

 

Grandi o piccole che siano, le succulente hanno una marcia in più come pianta da bagno, perché in questa stanza trarranno direttamente l’umidità dell’aria che è il loro nutrimento. Le piante grasse sono note come succulente proprio perché riescono ad assorbire grandi quantità di acqua, questa capacità permette loro di superare grandi periodi di siccità. L’acqua assorbita viene poi utilizzata dalla pianta per mantenersi idratata. Le forme compatte e spesso ermetiche sono arricchite da peli e cere che isolano la pianta stessa dall’ambiente per combattere le temperature, permettendo alla pianta di conservare l’acqua senza disperderla. Ecco che il bagno diventa per le piante grasse un habitat ideale: assorbono l’acqua attraverso l’umidità.

 

Arredare il bagno con le piante grasse è una sana abitudine che sta prendendo sempre più piede. È una nuova tendenza dell’arredo eco-friendly che vede coinvolte le più suggestive e appariscenti piante da interno. Le piante grasse vengono impiegate come elementi di interior design. Inserire le piante grasse vuol dire aggiungere verde, vivacità e naturalità al proprio bagno ed è inoltre un ottimo modo per ritrovare le energie.

 

Quali sono le piante grasse più indicate per il bagno? In questo articolo Relax vi indicherà quelle più indicate in base alle caratteristiche, alla cura e ovviamente al tipo di bagno, sicuramente con condizioni di umidità maggiori degli altri ambienti della casa. Parleremo di piante grasse che si trovano normalmente nelle nostre case. Ora vi illustreremo perché sono particolarmente indicate per il vostro bagno.

 

Arredare il bagno con le piante grasse è un’ottima idea, soprattutto per chi non ha il pollice verde e per chi non ha molto tempo da dedicare alla cura delle piante e trascorre molti giorni fuori casa. Questo perché, rispetto alle piante tradizionali e ai fiori, le piante grasse non richiedono molta attenzione ma pochissima cura e solo qualche accortezza. Per questo sono una ottima soluzione d’arredo per chi vuole un tocco di verde nella propria abitazione.

 

Recenti studi hanno confermato che creare uno spazio green all’interno del proprio appartamento apporta un effetto benefico e rilassante per la salute dell’uomo migliorando sia lo stato d’animo sia la qualità dell’aria della casa. Trascorrendo del tempo in un luogo in cui vi sono piante, il corpo percepisce una sensazione di rilassamento. Ciò avviene anche in spazi in cui sono presenti delle piante grasse perché l’aria risulta più pulita e purificata.

 

Le piante grasse sono dei vegetali che hanno bisogno di poca cura, necessitano di poca acqua fresca ed è fondamentale annaffiarle solo quando il terreno è completamente asciutto. Il bagno è quindi un habitat perfetto per questi vegetali grazie alle temperature umide e calde.

Pianta di Agave Blu nel deserto

Agave Blu

Le piante grasse per il bagno

Proprio in bagno, ambiente tipicamente umido, le piante grasse possono assorbire l’acqua da immagazzinare di cui avranno bisogno.

Inoltre, a loro basta davvero poca luce.

 

1. ALOE ARBORESCENCE

Il bagno è l’habitat perfetto della Aloe perché è una pianta che non ama la luce diretta, sia in estate che in inverno. Non richiede molta acqua, anzi prima di bagnarla bisognerebbe controllare che il terriccio sia secco

 

2. ALOE VERA

L’Aloe è una pianta originaria dell’Africa. L’Aloe quindi ama la luce. È ideale da tenere in bagno a scopo ornamentale. Non richiede particolari attenzioni, è sufficiente monitorare il terriccio bagnandolo solo quando completamente asciutto.

 

3. CACTUS

Il cactus è un’altra pianta grassa perfetta per il bagno, poiché ama proliferare in un ambiente caldo e umido. È una pianta molto utilizzata proprio per la sua bellezza e particolarità. Con forme e dimensioni molto diverse tra loro, il cactus consente di arredare con maggiore versatilità dando così la possibilità di decorare bagni classici, moderni, chic e rustici.

 

4. KALANCHOE

Il Kalanchoe è una pianta grassa di origine tropicale che non ha bisogno di molta acqua. Grazie alle sue foglie carnose è la pianta perfetta per il bagno. Ama la luce ma non in forma diretta. È una pianta grassa nativa dell’Africa meridionale e del Madagascar. Ha foglie particolari larghe e piatte. È una pianta che può essere protagonista in ogni stanza della casa ma in particolare in bagno. Il bagno è l’ambiente più adatto in quanto la Kalanchoe preferisce luoghi luminosi con buone temperature. È una pianta ornamentale grassa, perfetta per essere coltivata in casa, dove riesce a fiorire tutto l’anno. È una pianta che si adatta senza problemi ad una vita spartana, con scarse concimazioni.

 

5. ECHEVERIA

Questa pianta grassa da interno è stata identificata nel 1800 e deve il suo nome a un pittore naturalista messicano: Atanasio Echeverria. Originaria delle Americhe ha foglie piatte disposte come una rosa. È una pianta grassa molto diffusa perché robusta e molto decorativa. I fiori rossi o gialli sono a campanula e riuniti in spighe. Sono piante di facile coltivazione.

Foglie verdi di Aloe Vera primo piano

Aloe Vera

6. CRASSULA OVATA

Definita “albero di Giada” per le sue belle foglie tonde e di un verde intenso, è originaria dell’Africa. Cresce lentamente e con il tempo sviluppa un vero e proprio fusto come un alberello. È una delle piante succulente ornamentali più richieste e coltivate. Non solo per il bel aspetto con le sue splendide foglie lucide e ovali, ma anche perché tende a crescere rigogliosa senza troppa manutenzione. La Crassula ha un singolare fogliame di intenso colore verde con profili rossi. Le foglie sono ovali quasi a ricordare quelle delle piccole uova.

 

7. EUPHORBIA

Presente in diverse varietà, è una delle poche succulente diffuse spontaneamente anche nella macchia mediterranea. Tra le piante grasse da interno, è sicuramente quella che garantisce fioriture costanti e bellissime. È una pianta grassa conosciuta come “albero candelabro”. È perfetta per i principianti ed è facile da coltivare.

 

8. YUCCA

La Yucca è una pianta grassa proviene da Messico e Caraibi e nel suo habitat naturale arriva fino a 20 metri di altezza. In appartamento non supera i 2 metri. È riconoscibile per un fusto cilindrico e le foglie a ciuffo.

 

9. SANSEVIERA

La Sanseviera è ideale per arredare il bagno cieco. Si presta a essere collocata in un ambiente poco battuto dal sole e con un alto tasso di umidità. La Sanseviera è una pianta molto resistente, indicata anche per chi non ha il pollice verde. La Sanseviera è ideale per il bagno perché è in grado di purificare l’aria, trasformando l’anidride carbonica in ossigeno e assorbendo l’umidità. Affascinante, dalle foglie lunghe e strette, erette lucenti e carnose, di colore verde intenso. È una pianta dalle poche esigenze, indispensabile per chi vuole arredare il proprio bagno con stile ed eleganza.

 

10. ZAMIOCULCAS o GEMMA DI ZANZIBAR

È una pianta originaria della Tanzania. Ama l’umidità e la luce solare indiretta. È una pianta ideale per il bagno, va innaffiata un paio di volte al mese.

Pianta Yucca primo piano

Yucca

11. DRACENA

La Dracena è una pianta con poche esigenze. Ha un aspetto esotico ed è utile per purificare l’aria dalle sostanze nocive. Ama la luce, ma non il sole diretto.

 

12. TILLANDSIA

Le Tillandsie sono piante aeree: non hanno bisogno di suolo per crescere e in natura, in Messico, crescono attaccate ai pali della luce e lungo le strade. Poiché attingono acqua e sostanze nutritive direttamente dall’aria, il bagno è il luogo giusto per loro.

 

13. FILODENDRO

È una pianta molto bella: il suo verde e vivace fogliame la rende lussureggiante, evocativa di paesaggi tropicali, e per questo perfetta per arredare con classe e gusto il bagno.

 

14. ZAMIA

La Zamia è una delle migliori piante grasse da appartamento che possiamo coltivare fra le mura domestiche, magnifica come ornamentale e dotata di foglie bellissime. E’ una pianta tropicale molto apprezzata per la sua facilità di coltivazione e per la sua resistenza a parassiti e malattie. È una pianta che si mostra resistente anche in condizioni difficili quali scarsa luce o disponibilità idrica limitata. La Zamia è una pianta perenne sempreverde.

 

15. SCHLUMBERGERA o CACTUS DI NATALE

È una pianta originaria del Brasile e predilige ombra e umidità. Per questo l’ambiente interno del nostro bagno diventa un clima ideale per crescere rigogliosa rispetto ad altri cactus originari dei deserti che richiedono poca acqua e molto sole o calore. Preferisce il clima umido, quindi è una pianta che va annaffiata regolarmente e poco alla volta. Fiorisce fra dicembre e febbraio.

Filodendro

Filodendro

16. FITTONIA

La Fittonia è una pianta ornamentale da interni molto apprezzata per la bellezza del suo fogliame variegato. Le foglie più che i fiori sono quindi la vera attrazione. Si coltiva in interni, uno dei pregi principali è quello di essere poco ingombrante. Cresce in un ambiente umido come il bagno e deve ricevere luce solare filtrata.

 

17. AGAVE

L’Agave è una pianta grassa originaria dell’America centrale. Già ai tempi della scoperta di questo continente le piante furono importate tanto che oggi sono delle piante classiche della macchia mediterranea. L’agave è una pianta facile da coltivare e dalle necessità spartane. Nel corso dei decenni si sono prodotti anche Agavi di piccole dimensioni, particolarmente apprezzate come piante decorative.

 

18. SEDUM BURRITO

Il Sedum burrito è una pianta ornamentale con foglie globali, di origine messicana molto bella. È una pianta poco impegnativa, adatta ad un pensile. Queste piante sono perfette per dare un tocco di verde in bagno, sia che amiate il minimalismo zen giapponese, sia che preferiate dimore calde e rustiche, sia che apprezziate il più misurato stile contemporaneo. Se cerchi una pianta grassa dal grande effetto scenico il Sedum burrito è perfetto. Lo puoi posizionare in vasi sospesi è creerà una splendida cascata verde chiaro che in estate regalerà fiori rossi a campanula.

Pianta di Agave primo piano con sfondo desertico

Agave

Conclusioni

Arredare il bagno con le piante grasse è un modo semplice ed elegante per portare energia in casa e trasformarne l’aspetto. Se introduci piante in bagno, inizierai a notare miglioramenti nella salute e nell’umore generale. È importante studiare preliminarmente la collocazione delle piante in casa: non bisogna sovraffollare gli spazi perché ogni specie ha bisogno del suo habitat per crescere, ma allo stesso tempo non bisogna farle sembrare troppo rade o casuali. Il nostro consiglio è quello di creare una microarea vegetale composta da piante di diverse dimensioni e forme. Assicurati però che le piante che scegli siano adatte per quel determinato spazio.

Se vuoi approfondire, ti segnaliamo come arredare il bagno con le piante anche qui!

Cerchi ispirazione?
Dai un’occhiata agli articoli più recenti:

Array
(
    [0] => https:
    [1] => 
    [2] => relaxsrl.com
    [3] => piante-grasse-arreda-il-bagno-con-stile
)